Benvenuto su Sindaco Caruso
Cerca


Moduli
· Home
· Archivio Articoli
· Cerca
· Conosci il Sindaco
· Sondaggi
· Top 10

Visitatori e utenti
In questo momento ci sono, 2 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Cerca nel sito



Articoli per argomenti
· Tutte le Categorie
· Ambiente&Territorio
· Attività produttive
· Attualità
· Comunicazioni
· Cultura
· Economia & lavoro
· Lavori pubblici
· Notizie
· Politica
· Politiche giovanili
· Pubblica istruzione
· Sant'Angelo
· Servizi
· Servizi manutentivi
· Sport
· Turismo & spettacoli

Conosci Sant'Angelo

Cenni storici

Il Museo di arte sacra

Mappa


Scegli la lingua


English Italian

Link Sant'Angelo

Il Comune

La Casa di riposo

La Folgore

Quìenel

La Chiesa di Santa Marta

Associazione Pietro Pintaudi


VIDEO

paopopoPo

La XIV Fiera del salame

Il ritrovamento del sepolcro

Gli auguri di fine anno del Sindaco

La nomina dell'Assessore Gaglio

Notizia apertura Centro accoglienza

Incontro pubblico Centro accoglienza

L'inaugurazione del Centro anziani

Inaugurazione Scuola media


Le relazioni del Sindaco

Giugno 2006/giugno 2007

Luglio 2007/giugno 2008


Rassegna stampa

2006

2007

2008

2009


 
colomba Attualità: Un articolo pubblicato da L'Espresso conferma la verità esposta dal Sindaco.
Postato daredazione il
_CONTRIBUTEDBY redazione

I Centri di accoglienza sorti in tutta Italia, Roma compresa, sono passati sulla testa degli amministratori locali e dei cittadini. Un ulteriore contributo di chiarezza, per confermare la verità e fugare i sospetti messi in piedi da chi, irresponsabilmente, ha colto l'occasione per organizzare una battaglia politica, trasformatasi in un boomerang. 

 



L'importante è che sindaci e cittadini non sappiano nulla. Anche il ministro dell'Interno e della Lega, Roberto Maroni, deve fare i conti con le crisi umanitarie e gli obblighi internazionali. Scavalcando gli umori di elettori e amministratori locali, ha autorizzato l'apertura di 30 centri di accoglienza per rifugiati che in questi mesi hanno chiesto asilo in Italia: duemilacinquecento posti letto dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia gestiti da associazioni religiose, private o di volontariato. Non è finita: il numero dei richiedenti asilo è in aumento con in testa cittadini in fuga da Iraq, Afghanistan, Somalia ed Eritrea. E proprio per questo il Viminale sta per far aprire altri centri. Una sorta di Cpt fai-da-te, dove gli ospiti hanno possibilità di uscire e l'obbligo di rientrare la sera. Strutture improvvisate che a volte si sono rivelate inadatte. È il caso dei 117 stranieri messi a dormire nella scuola alberghiera di Aviano, in provincia di Pordenone, e sfrattati in questi giorni perché tra poco ricominceranno le lezioni. Ma proprio su questa vicenda, il Nord Est ha mostrato la sua solidarietà: ben 219 sindaci della regione hanno risposto all'appello dell'Anci, l'Associazione nazionale dei Comuni, per dare ospitalità. Si tratta di persone che, per la loro condizione, non possono essere espulse anche se sono entrate in Italia da clandestine. Come i profughi eritrei in fuga dal regime totalitario di Isaias Afeworki: un presidente-dittatore che ha tra i suoi sostenitori internazionali Alleanza nazionale e la giunta della Regione Lombardia, con gli stessi assessori in prima linea nella campagna nazionale contro l'immigrazione.
In altri Stati europei, come la Svizzera, i centri di accoglienza comunali per rifugiati e richiedenti asilo sono una normalità da anni accettata. In Italia si fa in segreto. Così l'operazione, diretta dal ministero dell'Interno, è rimasta a lungo sotto silenzio. Fino a pochi giorni fa, quando a Roma si è scoperto che nemmeno il sindaco Gianni Alemanno era stato informato. Il motivo di tanta riservatezza lo spiega un funzionario del Viminale: "Se avessimo aspettato il parere dei sindaci, oggi avremmo duemila persone abbandonate per strada e centri come quelli di Lampedusa, Crotone e Foggia in condizioni esplosive. Su questi temi purtroppo decide la piazza. Nessun sindaco si mette contro i propri elettori. Anche se la legge, il buon senso e il diritto internazionale imporrebbero il contrario".

Curioso che sia stato un ministro leghista a dover decidere questo. La xenofobia dei Comuni è anche il risultato di oltre dieci anni di propaganda a senso unico, in cui proprio la Lega ha diretto il coro. Lo si è visto ad Aviano quando in luglio gli abitanti, il Municipio e la Regione hanno saputo a cose fatte dell'accordo tra il ministero dell'Interno e l'Ente friulano di assistenza di don Luigi Fabbro. La Lega: "Siamo arrivati al business dei clandestini". Alleanza nazionale: "La preoccupazione è tantissima. soprattutto di ordine pubblico per la sicurezza". Perfino il Pd: "La gestione dell'ospitalità deve essere improntata a una logica che eviti di ghettizzare e di scaricare su una sola comunità l'onere dell'assistenza".
Gli accordi diretti tra il ministero dell'Interno e associazioni private sono la conseguenza dello stato di emergenza esteso a tutta Italia da Maroni a fine luglio. "L'ordinanza", aveva spiegato il ministro, "si propone unicamente di dare assistenza ai clandestini, togliendoli dalle tende, per alloggiarli in strutture adeguate e in case con tetto". Non si trattava solo di immigrati arrivati in Italia in cerca di lavoro. Ma di persone in fuga da zone di guerra. Proprio in quei giorni i Cara, i centri di accoglienza per richiedenti asilo a Crotone, Foggia, Caltanissetta, Trapani, Gradisca d'Isonzo in provincia di Gorizia e Milano non avevano più posti disponibili. Al Sud centinaia di persone erano state sistemate in tendopoli allestite accanto ai container delle strutture di accoglienza. La dichiarazione dello stato di emergenza ha autorizzato il governo a spendere i fondi straordinari della Protezione civile. E a trovare soluzioni provvisorie.

(04 settembre 2008)

 



 
Links Correlati
· Inoltre colomba
· News by redazione


Articolo più letto relativo a colomba:
Adesione al Protocollo di legalità ''Carlo Alberto Dalla Chiesa''.


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico


Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.



PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.078 Secondi