Benvenuto su Sindaco Caruso
Cerca


Moduli
· Home
· Archivio Articoli
· Cerca
· Conosci il Sindaco
· Sondaggi
· Top 10

Visitatori e utenti
In questo momento ci sono, 4 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

Cerca nel sito



Articoli per argomenti
· Tutte le Categorie
· Ambiente&Territorio
· Attività produttive
· Attualità
· Comunicazioni
· Cultura
· Economia & lavoro
· Lavori pubblici
· Notizie
· Politica
· Politiche giovanili
· Pubblica istruzione
· Sant'Angelo
· Servizi
· Servizi manutentivi
· Sport
· Turismo & spettacoli

Conosci Sant'Angelo

Cenni storici

Il Museo di arte sacra

Mappa


Scegli la lingua


English Italian

Link Sant'Angelo

Il Comune

La Casa di riposo

La Folgore

Quìenel

La Chiesa di Santa Marta

Associazione Pietro Pintaudi


VIDEO

paopopoPo

La XIV Fiera del salame

Il ritrovamento del sepolcro

Gli auguri di fine anno del Sindaco

La nomina dell'Assessore Gaglio

Notizia apertura Centro accoglienza

Incontro pubblico Centro accoglienza

L'inaugurazione del Centro anziani

Inaugurazione Scuola media


Le relazioni del Sindaco

Giugno 2006/giugno 2007

Luglio 2007/giugno 2008


Rassegna stampa

2006

2007

2008

2009


 
colomba Politica: La gestione dei servizi socio-assistenziali torni ai comuni.
Postato daredazione il
_CONTRIBUTEDBY redazione

Il Sindaco torna alla carica chiedendo al Presidente della Regione e agli assessori competenti, l’abolizione dei Distretti.

Il Presidente della Regione

Rosario Crocetta

 

 

 

 



Rispetto alla gestione dei servizi socio-assistenziali su base distrettuale, il Sindaco non si rassegna e torna alla carica (lo aveva già fatto ai tempi del Governo Lombardo), chiedendo alla Regione di restituire le competenze ai comuni.

“La gestione dei servizi socio-sanitari e assistenziali nella nostra Regione, in parte trasferita dai comuni ai distretti, nel rispetto della legge 328/2000 – scrive il primo cittadino – a parere dello scrivente è fallita, sia per la mancata razionalizzazione della spesa, che per qualità, economicità ed efficacia delle attività rivolte alle persone.  

I sindaci, eletti dai cittadini, rispondono del loro operato – prosegue il Sindaco – e non possono pagare per eventuali responsabilità o cattiva gestione non imputabile ai medesimi. Non è equo nemmeno lo sforzo che deve essere assicurato dai comuni capofila, che si fanno carico in maniera preponderante del funzionamento dell’aggregazione di enti locali.

I comuni che fanno parte dei distretti – si legge ancora nella nota – oltre a non ricevere direttamente dalla Regione, per le attività gestite territorialmente, alcun trasferimento finanziario, devono assicurare la compartecipazione economica sui servizi. Nella ripartizione delle attività, invece, i criteri utilizzati sono legati al reale bisogno e non alla quota pro-capite che viene pagata”.

Per responsabilizzare le singole amministrazioni, atteso che - a parere del Sindaco -  oltre alle disfunzioni non vi è alcun risparmio o, ancora peggio, un aggravio di spese, è necessario che il Presidente della Regione e gli Assessori competenti, avviino un tavolo tecnico per rivedere la funzione e l’organizzazione dei distretti e valutare, ove compatibile con la normativa nazionale, la possibilità di restituire tutte le competenze ai comuni o, in subordine, modificare le norme vigenti, comprese le linee guida già emanate.   



 
Links Correlati
· Inoltre colomba
· News by redazione


Articolo più letto relativo a colomba:
Adesione al Protocollo di legalità ''Carlo Alberto Dalla Chiesa''.


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico





PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.101 Secondi