Presentate alla Regione 5 richieste di cantieri di lavoro per disoccupati.
Data:
Argomento: colomba


Si tratta di interventi nel centro urbano e nelle contrade. Costo complessivo oltre 550 mila euro. Lavoreranno almeno 50 dicoccupati.

L’on. Luigi Gentile

Assessore Regionale al Lavoro

 



Sono 5 i progetti di cantieri di lavoro per disoccupati presentati dall’Amministrazione, per realizzare altrettanti interventi importanti nel territorio comunale, sia nel centro, che nelle contrade.

Tutti i progetti sono stati redatti da tecnici dell’Ente appartenenti all’Area Tecnica e allo Staff Servizi manutentivi. L’importo complessivo ammonta a 555 mila euro, 111 mila per ogni cantiere. 

Il primo lavoro riguarda la riqualificazione urbana della via Giovanni Paolo II (ex Via Cadorna).

Il progetto prevede la sistemazione della strada, in adiacenza al Palazzo della Cultura, al Teatro Cumunale e al Municipio.

Sarà tolta la pavimentazione esistente in mattonelle d’asfalto e sarà rifatta in pietra arenaria locale. Il parapetto esistente sarà sostituito con la posa di una ringhiera in ferro lavorato, intercalata da pilastrini di sostegno. Saranno realizzate le opere di raccolta e convogliamento acque piovane, mediante posa di caditoie e condotta. 

Un altro cantiere interessa la realizzazione di un collettore fognario che, partendo  dalla contrada Soccorso, attraverserà Stagnataro, per poi essere innestato a San Carlo nella rete esistente.

L’opera è necessaria ed urgente, perché allo stato attuale quelle zone sono sprovviste del servizio, con notevoli disagi per i residenti. 

Con il terzo cantiere l’Amministrazione intende realizzare opere di convogliamento acque meteoriche lungo la strada comunale S.Venera – Spezzina – Mezzagosto.

La zona è collocata in un’area molto vulnerabile per la stabilità del territorio.

Il quarto cantiere riguarda il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione nelle contrade Colantoni e Trumbì. Per minimizzare gli effetti d’impatto visivo, l’impianto sarà realizzato mediante condotta interrata. Saranno utilizzate lampade a vapori di sodio, che saranno installate in apparecchi fissati su pali alti 7 metri. Tale soluzione, a parità di assorbimento di potenza elettrica, consente di ottimizzare la resa luminosa. 

Un altro cantiere interessa la sistemazione di un’area nel centro urbano. Si tratta della riqualificazione della piazza San Salvatore, posta all’interno del centro storico, in adiacenza all’omonima Chiesa. L’intervento prevede la sostituzione della pavimentazione, attualmente in mattonelle d’asfalto, da realizzare con pietra arenaria locale e la ringhiera in ferro tubolare sarà cambiata con una in ferro lavorato, intercalata da pilastrini di sostegno.

Anche in questo lavoro sono previste le opere di raccolta e convogliamento acque piovane.  

Oltre al valore degli interventi che saranno effettuati, troveranno occupazione temporanea almeno 50 lavoratori disoccupati.







Questo Articolo proviene da Sindaco Caruso
http://www.sindacocaruso.it

L'URL per questa storia è:
http://www.sindacocaruso.it/modules.php?name=News&file=article&sid=388