Slittata di 15 giorni la chiusura del Centro di accoglienza.
Data:
Argomento: colomba


Serie di incontri e riunioni con i lavoratori e con gli immigrati ospiti. Sarà richiesto un tavolo di concertazione in Prefettura.



Si è aperto uno spiraglio nella vertenza che vede, da una parte i lavoratori, sostenuti dall’Amministrazione e dai sindacati, dall’altra il Ministero degli Interni, che ha deciso di chiudere il Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Sant’Angelo.

Ieri sera, mentre al Comune era in corso una riunione con i lavoratori, la Cisl, presente per difendere il posto di lavoro dei 30 dipendenti, il Consorzio SISIFO, che gestisce il Centro, e una rappresentanza di cittadini ospiti, da Roma è arrivata la notizia che la chiusura è stata prorogata di 15 giorni.

Nel pomeriggio gli immigrati hanno voluto incontrare il Sindaco, al quale hanno rappresentato il grave disagio che avrebbero dovuto affrontare dal primo maggio senza un luogo dove dimorare, senza possibilità di spostarsi, perché non hanno soldi, senza la possibilità di mangiare. Lasciati in mezzo alla strada. Gli stessi hanno rappresentato anche i disagi che hanno dovuto affrontare durante il viaggio e i motivi per i quali sono dovuti scappare dalla loro terra.

L’incontro svoltosi ieri sera, al quale erano state invitate anche le altre organizzazioni sindacali confederali, è stato convocato dal Sindaco a seguito della richiesta inoltrata dalla Cisl.

Adesso, i 15 giorni di proroga serviranno per avviare un tavolo di concertazione, che sarà richiesto al Prefetto di Messina.







Questo Articolo proviene da Sindaco Caruso
http://www.sindacocaruso.it

L'URL per questa storia è:
http://www.sindacocaruso.it/modules.php?name=News&file=article&sid=409